HOME PAGE

Elettrocardiografo fetale STAN® S31


In  generale,  l’utilizzo del sistema STAN® non si discosta dalla routine che viene utilizzata per il monitoraggio CTG, sia per la madre sia per lo staff della sala parto.
Per  poter  registrare  un’ECG  fetale,  e misurare esattamente il ritmo cardiaco, l’ostetrica deve  applicare  un  elettrodo  alla  parte  presentata  fetale; ciò è possibile dopo la rottura delle  membrane  fetali.  Per  ottenere  un segnale  stabile,  il monitoraggio  STAN
®impiega anche un elettrodo cutaneo, che viene applicato all’interno della coscia della madre.          Il sistema  STAN® analizza  poi  automaticamente  l’ECG fetale. Viene calcolato il rapporto T/QRS, e si determina l’inclinazione del segmento ST.                                                                 In  pratica  valuta  le modificazioni del tratto ST come in una vera e propria prova da sforzo cardiologica, in questo caso sul cuore fetale.

Il Tracciato





Durante il parto, l’ostetrico e l’ostetrica  possono monitorare la funzione cardiaca fetale su uno schermo, sul quale i dati vengono continuamente presentati sotto forma di 3 tracciati, in alto  si  trova  la frequenza cardiaca,  misurata dalla CTG (l’intervallo RR), al centro i dati ralativi  alle  contrazioni uterine ed in basso i risultati dell’analisi ST (il rapporto T/QRS) più gli eventuali  eventi  bifasici  (sottoslivellamenti  del  segmento  ST) segnalati con i numeri  1-2 o 3 di gravità crescente.  In principio,  ciò  che di solito accade è che una CTG normale, veicola  il messaggio che  il feto sta affrontando bene la situazione. Quando la CTG mostra una  alterazione,  e  l’elettrodo  fetale  è  stato  applicato,  l’analisi ST fornisce informazioni dettagliate sulla gravità dello stress a cui viene sottoposto il feto.
Normalmente,  durante  tutto  il  parto  il  feto  mostra  un  rapporto T/QRS costante, e non appare nessun messaggio riguardo all’ST.  L’assenza  di eventi ST è segno che il feto non è affetto da alcuno stress significativo e che l’equilibrio energetico del cuore è positivo.
Il  sistema  identifica  automaticamente un segmento ST anomalo (cambiamenti dell’onda dell’ECG fetale). Queste anomalie vengono registrate nella sezione “eventi” del sistema e linee  guida  indicano  quali  situazioni  richiedano  azione.  L’azione  spesso  necessaria  in questi casi è il parto operativo, cioè taglio cesareo o forcipe/ventosa.
 STAN
®S 31 è un sistema di monitoraggio fetale completo. Le contrazioni uterine vengono monitorate  esternamente  mediante  un  sensore posizionato sulla pancia e trattenuto da una fascia elastica. Questo sensore rileva le contrazioni uterine e fornisce una misurazione relativa di come sta procedendo il travaglio.  Una  misurazione più esatta delle contrazioni può essere ottenuta utilizzando un catetere interno.
Il  sistema  è  anche equipaggiato con uno o due sensori ad ultrasuoni che possono essere utilizzati per il monitoraggio esterno della frequenza cardiaca fetale prima che si rompano le  membrane  fetali.  Questi  sensori  trasmettono  un  segnale sonoro ad alta frequenza e bassa potenza, che viene riflesso dal cuore del feto.


Il Display




Il  sistema  è  equipaggiato  con  un  grande  display  LCD ad  alta definizione con comandi touch-screen ,  sul quale  vi  è  la  possibilità  di  aprire  varie  finestre  per  visualizzare  in real-time   il  QRS  dell'ECG  Fetale  in  acquisizione,   il  registro  degli   eventi,  il  tracciato cardiotocografico,  oltre all'ECG Fetale medio,  i valori numerici dei vari parametri in uso e tutte le informazioni di stato.

Torna alla pagina precedente